PER QUEST’ANNO È UNA INIZIATIVA ESTEMPORANEA, MA POTREBBE DIVENIRE UN APPUNTAMENTO

biciclettandoL’Associazione Cursa è da sempre sensibile al problema delle ciclabili, anzi facciamo della praticabilità e del “turismo alternativo a breve raggio” uno dei nostri cavalli di battaglia. Come in molte altre cose riteniamo che la “proposta” debba passare dalla pratica e dall’esempio. Questa “biciclettata in notturna di medio-fine Agosto” è, ad oggi, una iniziativa estemporanea, “fatta fra noi” …tanto per.

In un momento come questo in cui la crisi, vera , presunta, inventata o strumentalizzata che sia, morde sempre più forte, nonostante i racconti pseudo -ottimistici di “certi governanti” obbliga a scelte “domestiche” per il periodo tradizionalmente feriale il turismo a breve raggio, compendiato dalla creatività potrebbe essere una risposta “forte” sia economica che occupazionale.

Intorno a questa riflessione, sebbene nello spirito dell’incontro amicale, nasce quest’iniziativa estemporanea, che mentre la prendevamo ha assunto i contorni di un’ottima idea e di una proposta. È, ovviamente, tardi per farla divenire più di quel che è per quest’anno, ma abbiamo pensato che non sia un delitto pensarla, più ampia e ripetibile…e così come ci è venuta ne parliamo.

 

Ne abbiamo “chiacchierato” circa 2 settimane fa con un po’ di amici ed abbiamo deciso di farlo.

Giusto una biciclettata fra amici, quindi, ma è comunque un buon esempio per divertirsi e per sfruttare un ambiente ancora vivibile, nonostante i tentavi sempre più tenaci per distruggerlo.

Dimostrando che nella bella stagione,in questo nostro lodigiano in cerca d’autore si può fare un sano giro in bici senza andarsi a schiantare in auto o semplicemente rischiare di farsi ritirare la patente per un bicchiere di troppo e che lo si può fare persino di sera.

Mentre ci organizzavamo abbiamo per esempio realizzato che da Codogno verso Casale, Maleo, Verso Castiglione non c’è ciclabile, qualcuna in più servirebbe. Tanto per cominciare.

Quindi i messaggi sono 2. I primi che ci vengono in mente…

Bene le ciclabili ma ne serve qualcuna in più, amministrazioni (soprattutto Codogno) svegliatevi

Ragazzi fatevi un giro in bici, fa bene, si risparmia e ci si può divertire pure il sabato sera

Per ridurre al minimo i rischi abbiamo studiato un percorso abbastanza sicuro.

Da Codogno si va alla Mulazzana su percorso non aperto alle auto (ciclabile)

Dalla Mulazzana a Camairago su strada aperta ma molto poco trafficata

Da Camairago a Pizzighettone su strade di campagna (anche sterrate) e argine dell’Addadove non passa quasi mai nessuno

Da Pizzighettone a Maleo sui ciclabile

Da Maleo a Camairago su ciclabile

Da Camairago si torna a Codogno passando dalla Mulazzana su strade quasi sicura (la stessa dell’andata)

Data l’oscurità, oltre alle luci normali delle bici, avremo una serie di gadget luminosi al led ed una serie di glowstick (Astine luminose fluorescenti monouso) per renderci molto, ma molto, visibili al buio.

Saremo una specie di Luna Park ambulante.

Le soste previste per dissetarci e riprendere fiato sono previste presso Bar di:

Camairago

Maleo (o Pizzighettone o entrambi)

Camairago (al ritorno)

Codogno (fine giro bevuta di gruppo e saluti)

Per ora, come vi raccontavamo, è…è stata solo una “cosa fra amici”, ma l’idea sarebbe di farla diventare “isttuzionale” perchè no? Un appuntamento di di “medio-fine Agosto”

Giandiego Marigo

Resp. Comunicazione Associazione Cursa

Massimo Grazioli

Presidente Associazione Cursa

Questa voce è stata pubblicata in decrescita e ragionevolezza, depauperazione delle risorse, idee, idee per il lodigiano, il grande fiume, la strada del cambiamento. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta